Consiglio regionale 02-12-2019

Il compito istituzionale di un sindacato è la tutela dei propri iscritti in merito

  • all’applicazione delle norme contrattuali,
  • alla dignità dell’attività che svolgono ed
  • alla sicurezza dei luoghi e nelle modalità in cui lo svolgono.

Per un sindacato di medici che si occupano quotidianamente della salute dei cittadini e quindi di un bene primario costituzionalmente sancito, è un dovere etico evidenziare, a chi gestisce la cosa pubblica e quindi il bene dei cittadini, situazioni potenzialmente pericolose per la collettività.

Negli scorsi anni, sia in sede nazionale che locale, la nostra organizzazione ha denunciato con forza, i gravi pericoli a cui il SSN e di riflesso il SSR sarebbe andato incontro.

Termini come gobba anagrafica e imbuto formativo che da alcuni mesi sono di utilizzo comune, sono stati coniati dal nostro centro studi che da 10 anni produce documenti, reports e proiezioni.

Fa riflettere che documenti di tale portata siano elaborati da un sindacato e quindi , per definizione, di parte, piuttosto che da fonti istituzionali deputate a tale mission.

Nel report presentato la scorsa primavera abbiamo già evidenziato le future carenze di personale medico in regione Liguria (carenza di circa 850 specialisti da qui al 2025 che toccherà principalmente le specialità di emergenza-urgenza, anestesia-rianimazione, medicina interna, radiologia, chirurgia, psichiatria).

Ma già ora la carenza di specialisti in particolari discipline è drammatica. Dai dati raccolti dalle nostre segreterie aziendali si evince un deficit attuale di specialisti di almeno 170 unità.

Tutto ciò porta ad un disagio lavorativo che diventa sempre più accentuato e non più sopportabile.

Continua a leggere

Fuga dagli ospedali, allarme: nel 2025 mancheranno i medici del pronto soccorso

“Il nostro sistema sanitario si trova nel pieno di una grave crisi delle proprie risorse professionali mediche che rischia di accentuarsi nei prossimi anni”: inizia così lo studio appena presentato da Anaao – Assomed, l’associazione nazionale dei medici e dei dirigenti del Servizio Sanitario Nazionale, che denuncia una grave carenza di camici bianchi con un picco atteso nel 2025, anno entro il quale usciranno dal SSN in 52mila.

>> Continua a leggere su Telenord >>

25 gennaio, si fermano i medici in tutta Italia

Camici bianchi pronti a incrociare le braccia il prossimo 25 gennaio in tutta Italia, Liguria inclusa. Lo sciopero è proclamato dal sindacato dei medici ospedalieri, il cui contratto di lavoro è fermo da 10 anni, e da molte delle sigle che rappresentano i dottori italiani. Per 24 ore sciopereranno medici, veterinari, dirigenti sanitari. Seguirà ai primi di febbraio anche lo sciopero del sindacato degli anestesisti.

>> Continua a leggere su Telenord >>

24 Ottobre – Ord. Medici – Dalla valutazione dei rischi alla sorveglianza sanitaria nell’ambito della sanità pubblica

Dalla valutazione dei rischi alla redazione del dvr, dalla visita medica preventiva alle visite periodiche e di controllo. il medico competente ha un importante ruolo in materia di salute e sicurezza sul lavoro e durante il corso verrà presentato quanto previsto dal decreto legislativo n. 81 del 2008 anche in termini di requisiti e funzioni nell’ambito degli ambienti ospedalieri.